martedì 30 dicembre 2008

Natale in Casa Gori

 Ed eccoci arrivati al post ... Post-Natale e quasi quasi, siamo all'ultimo dell'anno! Voi che avete cucinato di buono? Beh se volete vedere il mio menu eccolo qua:

Ehm... Non so quanto si veda... Ma cercherò di caricare il file sul blog così lo potrete leggere e... Tradurre dall'Italiano maccheronico all'Italiano moderno ru3dzt

Vi dirò solo che come dolce ho fatto una bella bavarese alle arance, primo esperimento in assoluto di questo tipo, ed è venuta piuttosto bene. L'unico memento di panico è stato quando diligentemente ho immerso lo stampo con la torta in acqua bollente per favorirne il distacco... stava per sciogliersi tutto!!emo021 

Per la festa dell'ultimo dell'anno mi hanno commissionato già due dolci e la crema da mettere sul pandoro...  Il primo dolce è il mascarpone allo zabaione con copertura di pan di Spagna, e l'altro sono soufflè di cioccolato con crema allo spumante...Ehmmm... Altro che cyclette dovrò fare per smaltire tutti questi chili... Sob!!!

Passiamo ad altro...Prima di Natale mi sono dedicata un po'al cucito creativo, molto carino, ma assolutamente devastante per l'ordine casalingo! Ecco qualche risultato dei miei sforzi... Purtroppo i regalini a cuoricino sono partiti prima che potessi fare qualche foto:

 

Da Fragole di pezza

 

ccmschoolicon4_2

Da Fragole di pezza

 

ccmschoolicon4_2

 

Da Fragole di pezza

 

ccmschoolicon4_2

Da Fragole di pezza

 

Ho usato degli scampoli di stoffa che avevo acquistato diverso tempo fa, semplicemente perchè mi piacevano e senza una precisa idea di cosa farne... Come sempre questi si sono rivelati gli acquisti migliori!

La fragola celeste è finita nel cesto natalizio per i "suoceri" insieme a dolci e vino, mentre quella rosa si è innamorata della nuova maniglia in porcellana della sala e così le ho cucito un bel cuoricino Kelmscott sul picciolo e ci ho legato un bel nastrino di seta rosa. Vi piace l'idea? Se avessi altro tempo ne cucirei un intero cestino, ma adesso voglio dedicarmi alla Winter Queen così a lungo trascurata... Confermo, dà dipendenza!

 

Da Winter Queen

 

ccmhogicon1

Da Winter Queen

 

ccmhogicon1

Da Winter Queen

 

Lavorare sulla tela quadrettata in precedenza è fantastico, mi sarei già persa chissà quante volte se non avessi avuto questo utile riferimento. E' vero che ci vuole del tempo per farla, però poi ti ripaga in termini di errori evitati!

Nelle foto potete anche vedere il needleminder di Kelmscott design che mi è arrivato con l'ultimo ordine di Casacenina.

Da Ordini ricevuti

 

Da Ordini ricevuti

 

Da Ordini ricevuti

 

Da Ordini ricevuti

 

E credo che queste foto rendano bene l'idea delle condizioni in cui le ho scattate... Pippi e Winnie volevano un po'di attenzione!!! Eh ci credo, sono stata un bel po'al pc stamani per scrivere questo post!

Fra una coda e un baffo dovreste riuscire a vedere i kit di LHN e Country Cottage... Me ne sono innamorata subito e sto cominciando a fare la scorta per il kit completo: si tratta di "Sweet Treats" e di "Garden Party", in cui vengono forniti assieme allo schema, le matassine di filato tinto a mano Crescent Colours e i bottoncini decoartivi pensati per questi disegni.  Nel pacco c'era anche un ordine per Tea! Eh, eh! L'Anonima Pensieri Felici ha colpito ancora!!!! Non ho potuto fare le foto perchè sono corsa subito a spedirle il pacchetto, ma posso dirvi che dentro c'erano uno schema LHN "Daisy Laine Cottage", le matassine per ricamarlo e un bottoncino a forma di coccinella.  Questo schema l'ho già ricamato e devo dire che se è bellino così stampato, una volta ricamato è una bomba! Tea però mi ha ricambiata con un regalo meraviglioso e specialissimo, di cui però vi parlerò più avanti perchè è un piccolo segreto che riguarda anche lei... Quindi devo chiedere il suo permesso, anche se muoio dalla voglia di farvelo vedere!

Ieri sono passata dal giornalaio e ho fatto scorta di giornaletti ricamosi... Ma c'è un piccolo mistero. Credo che  sia meglio dedicargli un post tutto speciale in serata! Per adesso...

Aloha ricamosi!!!

BARRA_29

venerdì 19 dicembre 2008

La mia Domenica con le Toscane Creative

Ed eccomi finalmente a parlare dell'incontro a Scandicci con le Toscane Creative. Ho portato con me il mio pacchettino per lo Swap natalizio, considerando che la mia abbinata doveva essere presente... E infatti la bella Laura c'era! Sono stata molto contenta che le sia piaciuto! Lo schema è di Lizzie Kate e mi è stato regalato da lei "pirsonalmente di pirsona" in occasione della giornata a lei dedicata organizzata a Milano da Casacenina. La tela è un ecrù dei Fratelli Graziano, per la barba e le bordure del cappello di Babbo Natale ho usato il filato peloso Whisper e per la sciarpa della renna un filato di seta dei miei amatissimi Silk'n Colors. Ho aggiunto dei bottoncini di legno, una stoffina a quadretti e un nastrino personalizzato con la scritta "By La Pulce Ricama", realizzato grazie al tutorial di Dolci Fusa. Le è molto piaciuto e di questo sono felicissima, perchè ci ho lavorato solo in ritagli di tempo nel fine settimana e temevo che non venisse bene.  Ecco qui il risultato:

Fra le Toscane Creative c'era anche agguattata la mia abbinata per lo Swap... Vania! Ehmm lo so che è la stessa del precedente Swap... Ma che ci volete fare? La forza del destino... E come potrete vedere dalle foto, mi è andata moooooooooolto bene! Un bannerino che ho subito messo su un appendino vacante. Insieme c'erano anche due matassine DMC, un tappino in sughero a forma di Babbo Natale (bellissimo!), una decorazione natalizia a forma di omino di neve e la stoffina che ha usato per foderare il banner...

Che dire se non... Grazie Vania!

Ogni Toscana Creativa ha portato un piccolo oggetto fatto con le sue mani per organizzare una pesca al termine della giornata di chiacchiere... Io ho avuto il piccolo capolavoro realizzato da Alessandra, che poi ho scoperto essere tratto dalla rivista De Fil en aiguille... Stile inconfondibile!!! (Mi riuscirà di fare l'abbonamento questo anno???) Il mio cuore, ispirato a quelli visti sull'ultimo libro di Tilda acquistato, è invece andato a Silvia!! Che bello sono proprio contenta!! Un grazie a tutte le altre TC che ho conosciuto e che qui non elenco, ma che mi sono veramente rimaste nel cuore.

 A proposito di Pensieri Felici, in questi giorni ho fatto un bell'ordine a Casacenina e il Filantropo Integrale, nonostante la crisi, è in piena attività... Occhio gente! Il Filantropo Integrale pensa a voi!!!

Sempre in tema Casacenina, vi segnalo nellan sezione libri l'entrata in catalogo di diversi titoli della casa editrice David & Charles, che , fra le altre bellissime cose, ha pubblicato molti dei libri di maggior successo di Tilda. Nella sezione shopping a crocette e non solo di questo blog vi segnalo una gradita new entry: Cbc needlepoint, sito italiano dove potrete, fra le altre cose, trovare le lane Appletons ad un buon prezzo. Adesso non avete davvero più scuse per non provarle!!

Domattina giratina al mercato a cercare materiale per lo Swap "La guerra delle ricamatrici" proposta sul forum delle TC. Col freddo che fa mi sentirò molto.... Ma sì, lei: l'esotica marmotta!!!!

Bacini filantropi e anche un po'marmottosi.

 

martedì 16 dicembre 2008

Il ponte dell'Assunta

16 Loso, lo so... Sono in ritardo, ma che ci volete fare? Posso postare a volontà adesso che sono in vacanza e vi volevo raccontare questa cosa in tutti i modi!

Allora, alle ore 15 di venerdì mi sentivo un po'come Fred Flinstones quando sta per uscire di fabbrica. Fra una pietruzza e l'altra, mi viene in mente di aver sbagliato una domanda del test fatto in mattinata, e così invece dello Yabadabadoooooooo di circostanza mi entra un discreto umor nero. Un'ora più tardi mi consegnano il risultato e la domanda sbagliata era giusta. Test perfetto. Ma si può essere pirla in questo modo?kao124

Tempo di essere soddisfatta, che possiamo uscire e ci avviamo verso la stazione. Solitamente sono da sola, ma questa volta i miei compagni di classe, armati di bagagli, tornano dalle loro famiglie, così facciamo la strada insieme. Fra uno Yabadabadoooo e l'altro, metto un piede su un lastrone della strada che pare un piano basculante del circo e faccio un bel pediluvio con acqua sporca di Firenze. Come direbbe una mia compagna di corso: a morte sua...

Insomma, bene o male arriviamo in stazione: io sono di una mezz'ora in anticipo rispetto al treno, ho il biglietto ancora da timbrare e, considerando che i miei amici sono tutti in partenza per Roma o per Milano e che i loro Eurostar hanno quasi tutti un'ora di ritardo, decido di stare un po'con loro. Beh in realtà so che il fidanzato è a Firenze per lavoro e che forse mi potrà riportare lui a casa. Passano i minuti, in fretta perchè si sa, quando si scherza e si ride il tempo scorre veloce e arriva il messaggino dal fidanzato: non può passare a prendermi. Ok. Saluto tutti e mi dirigo verso il treno. Sto per salire, quando mi ricordo di non aver timbrato il biglietto... Torno indietro, timbro e... Arriva un altro sms del fidanzato che si è liberato e può passare a prendermi. Tempismo perfetto.explode Passo davanti ai miei amici, che mi guardano a bocca spalancata, strappando freneticamente il biglietto in mille pezzi. Ormai sono abituati alle mie scene alla Ridolini, quindi corro all'appuntamento e mi accomodo in auto, stanca ma felice... Arriviamo mooolto dopo il mio treno causa ingorgo, ma volete mettere essere scarrozzata a casa dopo giorni e giorni di pendolarismo?

Quaaaaaaaandooo sto qui con teeeeeee, quuuuest'autoo non ha più portiiieeerreeeeeee!

Aloha pendolari!

lunedì 15 dicembre 2008

Sono stata nominata..

coucou Sono stata nominata da Pam per questo giochino di cui di seguito riporto le regoline:

  1. Elencare le cose che vorrei fare prima che sia troppo tardi...

  2. Elencare chi mi ha invitato, bisogna poi elencare altre 8 amiche a fare altrettanto, inoltre trovare una caratteristica per ogni lettera che compone il nome di chi manda l'invito.

Allora: Paziente Amica Miciosa Estrosa Libera  Artista

Che ne dici Pam, ti piace??

E ora ecco le nominate... Non saranno otto... Forse più forse meno, perchè farò un po'di testa mia (tanto per cambiare):

Ernè ,  le Toscane Creative , Elena, Tarta, Many, Maga con la Rosa.

A breve gustosi aggiornamenti!

Winnie.

cutecolorsdollline2

mercoledì 3 dicembre 2008

Una bella scoperta

rvkr38 Stasera ho ricevuto una mail da parte di una persona speciale: Orietta. Oltre a tanti complimenti (immeritati) per il mio blog, mi ha invitato a visitare il suo sito, prevalentemente dedicato all'uncinetto. Ora io so uncinettare un po'grazie a mia nonna che, per darmi qualcosa da fare o mi metteva l'uncinetto in mano o mi dava pane vino e zucchero e mi faceva ronfare per un'ora... Quindi sono corsa subito a dare una sbirciata. Beh, il sito è veramente ben fatto e Orietta ha le mani d'oro non c'è che dire!  E non si limita mica solo all'uncinetto! Vedere per credere. Quindi... Cara Orietta benvenuta dalle parti della Pulce, sarai inserita fra i blog che sbircio assiduamente!

Aloha uncinettosi a tutti!!

coeuraile3

lunedì 1 dicembre 2008

Regali di Natale

Ecco qui uno stralcio delle dotte conversazioni che avvengono davanti alla macchinetta del caffè dell'istituto dove sto studiando per diventare gemmologa. Premetto che il bello è che in un piccolo spazio si trovano riuniti campioni di umanità da tutto il mondo, e naturalmente, da tutta Italia. Parlando del più e del meno arriviamo all'argomento regali, e la nostra Sconsi gemmologa interviene dicendo:

"Ieri vidi il mio ragazzo che navigava su internet, credo che stesse guardando una borsa di Luigi Vuittone (Louis Vuitton) lo stilista terrone, da regalarmi...".

E noi:" Ma daiiii! Gli hai rovinato la sorpresa!!!".

Sconsi:"Che dici??? La cronologia guardaiii!!".

E noi:"Aahhhh! Ma come fai se non becca la fantasia giusta?".

Sconsi (con l'aria di chi la sa lunga):"Ieri sira, come sfondo del desktop la misi...".

Insomma se avete paura che non azzecchino il vostro regalo, non avete più scuse... Ora sapete come fare.

E ora veniamo ai risulati del sondaggio:

come potete vedere la maggioranza di voi ha votato per l'uso del telaio in funzione del lavoro da svolgere e della tela usata (34%). Adesso posso dirvi che sono anche io di questo parere. Praticamente a parimerito (21-22%) i due gruppi del telaio sempre e del telaio mai. Quello che mi inquieta è il 4% del puntatore laser per il ricamo perfetto... Farò finta che siate state allo scherzo, ma in fondo in fondo so che c'è qualcuno che veramente la pensa così...

E ora una domanda relativa al sondaggio che si è appena concluso...

vi piace questo telaio??

image

L'ho visto qui. L'ho provato una volta in un negozio toscano e devo dire che è eccezionale sotto molti punti di vista anche nella sua semplicità. A differenza di quello rotondo con una sola ganascia non si sganascia, appunto.(Che giochino di parole cretino... )

Può essere regolato in varie posizioni e, quando ci si sposta sulla tela, semplicemente basta sfilare il cerchio esterno e rimettere la tela in un altro punto. Le crocette non si spiaccicano e non si stirano. Per precauzione basta mettere nel bordo interno del crechio un po'di velcro dalla parte morbida. A Firenze costava 120 euro (!!!!) sul sito citato decisamente meno... Che ne dite di proporlo a Casacenina?

Ultima cosa... Ma voi stanotte avete dormito? Perchè qua si è scatenato un temporale, ma un temporale che fra un po'i gatti facevano luce con la coda... Oh a me i temporali piacciono, ma i gatti che ti si infilano infondo ai piedi con le unghie sfoderate un po'meno...

Aloha Mondaini...

 

domenica 30 novembre 2008

Di nuovo in onda!

Finalmente sono riuscita ad aggiornare il blog! Beh, questo è un periodo un po'particolare in cui studio tantissimo (sul treno alle 7 e 30, a pranzo, sul treno delle 16 e 38, a casa etc...) e ho poco tempo per ricamare e ancor meno per aggiornare il blog... Mi siete veramente mancate un mondo e soprattutto mi dispiace di non aver lasciato commenti sui vostri bellissimi blog, che però ho sbirciato fra una studiata e l'altra! Il 12 Dicembre però vado in vacanza, così ho deciso di parteciapare al raduno delle Toscane Creative che si terrà il 14 Dicembre vicino Firenze. Per maggiori informazioni cliccate qui.

Fra una gomitata e l'altra sul treno sono riuscita a dare anche qualche punto all'Ice Cream Sundae... No, non ci vedete male... E' che non mi riesce mai di tendere per bene la stoffa sul Q-Snap. Qualcuno che conosco inorridirà, ma entra nella categoria del punto croce col puntatore laser e io, modestamente, non le appartengo...sanrio11

Non vedo l'ora di portare a incorniciare questo ricamino, ma questa volta cambierò corniciaia: non solo è cara assaettata e ha un campionario di cornici limitato, ma ultimamente ha preso l'antipatica abitudine di voler imporre i propri gusti ai clienti, e questo proprio non lo reggo... Quindi change!!! renard2

Ho rimesso le mani anche alla Winter Queen, confermando l'idea che sia ipnotica: quando mi ci metto a lavorare non mi staccherei più. Sarà anche l'effetto del filato in seta, che dà la sensazione di tenere in mano una nuvola e di fissarla sulla tela, oppure sarà l'effetto delle aree di colore con mille sfumature di questo schema, ma non faccio altro che rimirarla.

Ed ecco qui qualche fotina:

All'inizio mi pareva una pazzia anche economica realizzarla in seta, ma adesso sono contentissima di questa scelta!

cutecolorsquiltline

 

Cambiamo argomento per parlare di una cosa di cui sono molto contenta: il 7 Novembre si è laureata Cinzia. Cinzia fa parte come me della Compagnia della Fisica, gruppo di studentesse (ormai ex), riunitesi per superare gli esami più difficili e poi diventate amiche. Finalmente anche lei è diventata dottoressa in Geologia come le altre quattro compagneros! Questo traguardo è meritatissimo: Cinzia è una delle poche persone buone che conosca, ed è un'amica sincera e leale. Sono felice di  potermi considerare sua amica. E chi se ne frega se ho perso un giorno di corso Cinzy! Non mi sarei persa la tua laurea per nulla al mondo!

 

Ed eccoci qui in Piazza San Marco a Firenze dove ne abbiamo passate veramente tante, felici e contente di salutare l'Università...

cutecolorsschoolicon5

Nei prossimi giorni commenterò i risultati del sondaggione sul telaio, che a quanto ho visto ha interessato più di una ricamatrice... Dopo i commenti vi proporrò un mini sondaggino molto interessante su un tipo di telaio che io adoro...

Aloha preziosi!!

lunedì 3 novembre 2008

Ice Cream Sundae la vendetta

Fatto l'esame venerdì, mi sono dedicata al ricamo nel fine settimana. Sarebbe meglio dire che mi ci sono proprio buttata, considerando la lunga assenza da ago  filo e crocette! Organizzandomi un po'sono riuscita anche a ricamare stamattina presto sul treno... Ed ecco i primi risultati:

Da Ricamo della Pulce

t8tao1

Mi accorgo adesso che le foto sono un po'mosse, ma insomma potete apprezzare i passi avanti, no?

Devo assolutamente smaltire un po'di UFO, altrimenti non potrò acquistare tanti altri schemini e tante altre stoffine... Già la mia wishlist di Casacenina è lunga qualche pagina. Eh! Ho più idee io che capelli in testa! Certo è che se attacco a incorniciare roba, la corniciaia si fa la pensione... Coi prezzi che tira!

Sul fronte Swap di Natale organizzato dalle Toscane Creative, oggi mi è arrivato il nome della mia abbinata... No, non preoccupatevi stavolta non dico niente!!! Ho già in mente un paio di idee, ma per realizzarle dovrò prendere un po'di confidenza con la colla a caldo. Che ne di te: se pò fa'?

Aloha colorati a tutti!!!

P.S. A proposito dell'esame... Da oggi chiamatemi Diamond Pulcehamtaro_s2_006

 

giovedì 30 ottobre 2008

Che sta succedendo all'Italia?

Vi giro il post pubblicato da Marbe qualche minuto fa. Finchè posso voglio almeno pubblicare queste cose, anche se il mio blog si è sempre astenuto dalla cronaca. Però in questo blog ci si oppone fermamente alla violenza, contro chiunque, uomini, donne, bambini, animali e persino piante. Quello che sta accadendo in queste ore in Italia mi preoccupa moltissimo. Sarà anche revisionismo storico, ma a me pare che non solo abbiamo messo la retromarcia, ma che stiamo facendo una bella conversione a U, passando sopra a tutti i sacrifici dei nostri genitori e nonni per darci un mondo in pace e senza violenza. Sia ben chiaro: io sto dalla parte di chi non alza le mani, di chi non ragiona con la forza, di chi cerca il dialogo, magari che ha idee pazzoidi, ma cerca di trovare un terreno comune a costo di perdere la voce ma senza mai perdere di vista il diritto di ogni persona a non essere pestato per le sue idee.



http://www.gennarocarotenuto.it/4151-curzio-maltese-la-polizia-ha-lasciato-i-neonazisti-liberi-di-picchiare-gli-studenti/
Trascrivo frammenti della testimonianza di Curzio Maltese sugli incidenti di stamane provocati a Roma. L’intera testimonianza può essere ascoltata a questo link.
http://tv.repubblica.it/copertina/la-polizia-ignorava-i-violenti/25715?video
“Ho visto cose che se non avessi visto stenterei a crederci. Non erano studenti, erano neonazisti arrivati con un camion pieno di spranghe. Sono scesi e hanno cominciato a picchiare gli studenti al grido Duce Duce”.
“La polizia li ha deliberatamente ignorati lasciando i nazisti liberi di picchiare gli studenti”.
“Domani si parlerà solo degli incidenti e non dei molti buoni motivi della manifestazione. Gli incidenti sono stati provocati ad arte e non vengono dagli studenti”.
“La polizia ha sistematicamente manganellato gli studenti senza armi e ignorato quelli armati”.“Spero che non sia in atto una strategia peggiore di quella del G8”.
.....................................
Un camion carico di spranghee in piazza Navona è stato il caos
La rabbia di una prof: quelli picchiavano e gli agenti zittidi CURZIO MALTESE

Gli scontri di ieri a Roma
AVEVA l'aria di una mattina tranquilla nel centro di Roma. Nulla a che vedere con gli anni Settanta. Negozi aperti, comitive di turisti, il mercatino di Campo dè Fiori colmo di gente. Certo, c'era la manifestazione degli studenti a bloccare il traffico. "Ma ormai siamo abituati, va avanti da due settimane" sospira un vigile. Alle 11 si sentono le urla, in pochi minuti un'onda di ragazzini in fuga da Piazza Navona invade le bancarelle di Campo dè Fiori. Sono piccoli, quattordici anni al massimo, spaventati, paonazzi. Davanti al Senato è partita la prima carica degli studenti di destra. Sono arrivati con un camion carico di spranghe e bastoni, misteriosamente ignorato dai cordoni di polizia. Si sono messi alla testa del corteo, menando cinghiate e bastonate intorno. Circondano un ragazzino di tredici o quattordici anni e lo riempiono di mazzate. La polizia, a due passi, non si muove. Sono una sessantina, hanno caschi e passamontagna, lunghi e grossi bastoni, spesso manici di picconi, ricoperti di adesivo nero e avvolti nei tricolori. Urlano "Duce, duce". "La scuola è bonificata". Dicono di essere studenti del Blocco Studentesco, un piccolo movimento di destra. Hanno fra i venti e i trent'anni, ma quello che ha l'aria di essere il capo è uno sulla quarantina, con un berretto da baseball. Sono ben organizzati, da gruppo paramilitare, attaccano a ondate. Un'altra carica colpisce un gruppo di liceali del Virgilio, del liceo artistico De Chirico e dell'università di Roma Tre. Un ragazzino di un istituto tecnico, Alessandro, viene colpito alla testa, cade e gli tirano calci. "Basta, basta, andiamo dalla polizia!" dicono le professoresse.
Seguo il drappello che si dirige davanti al Senato e incontra il funzionario capo. "Non potete stare fermi mentre picchiano i miei studenti!" protesta una signora coi capelli bianchi. Una studentessa alza la voce: "E ditelo che li proteggete, che volete gli scontri!". Il funzionario urla: "Impara l'educazione, bambina!". La professoressa incalza: "Fate il vostro mestiere, fermate i violenti". Risposta del funzionario: "Ma quelli che fanno violenza sono quelli di sinistra". C'è un'insurrezione del drappello: "Di sinistra? Con le svastiche?". La professoressa coi capelli bianchi esibisce un grande crocifisso che porta al collo: "Io sono cattolica. Insegno da 32 anni e non ho mai visto un'azione di violenza da parte dei miei studenti. C'è gente con le spranghe che picchia ragazzi indifesi. Che c'entra se sono di destra o di sinistra? È un reato e voi dovete intervenire". Il funzionario nel frattempo ha adocchiato una telecamera e il taccuino: "Io non ho mai detto: quelli sono di sinistra". Monica, studentessa di Roma Tre: "Ma l'hanno appena sentito tutti! Chi crede d'essere, Berlusconi?". "Lo vede come rispondono?" mi dice Laura, di Economia. "Vogliono fare passare l'equazione studenti uguali facinorosi di sinistra". La professoressa si chiama Rosa Raciti, insegna al liceo artistico De Chirico, è angosciata: "Mi sento responsabile. Non volevo venire, poi gli studenti mi hanno chiesto di accompagnarli. Massì, ho detto scherzando, che voi non sapete nemmeno dov'è il Senato. Mi sembravano una buona cosa, finalmente parlano di problemi seri. Molti non erano mai stati in una manifestazione, mi sembrava un battesimo civile. Altro che civile! Era stato un corteo allegro, pacifico, finché non sono arrivati quelli con i caschi e i bastoni. Sotto gli occhi della polizia. Una cosa da far vomitare. Dovete scriverlo. Anche se, dico la verità, se non l'avessi visto, ma soltanto letto sul giornale, non ci avrei mai creduto". Alle undici e tre quarti partono altre urla davanti al Senato. Sta uscendo Francesco Cossiga. "È contento, eh?" gli urla in faccia un anziano professore. Lunedì scorso, il presidente emerito aveva dato la linea, in un intervista al Quotidiano Nazionale: "Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno (...) Infiltrare il movimento con agenti pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto della polizia. Le forze dell'ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti all'ospedale. Picchiare a sangue, tutti, anche i docenti che li fomentano. Magari non gli anziani, ma le maestre ragazzine sì". È quasi mezzogiorno, una ventina di caschi neri rimane isolata dagli altri, negli scontri. Per riunirsi ai camerati compie un'azione singolare, esce dal lato di piazza Navona, attraversa bastoni alla mano il cordone di polizia, indisturbato, e rientra in piazza da via Agonale. Decido di seguirli ma vengo fermato da un poliziotto. "Lei dove va?". Realizzo di essere sprovvisto di spranga, quindi sospetto. Mentre controlla il tesserino da giornalista, osservo che sono appena passati in venti. La battuta del poliziotto è memorabile: "Non li abbiamo notati". Dal gruppo dei funzionari parte un segnale. Un poliziotto fa a un altro: "Arrivano quei pezzi di merda di comunisti!". L'altro risponde: "Allora si va in piazza a proteggere i nostri?". "Sì, ma non subito". Passa il vice questore: "Poche chiacchiere, giù le visiere!". Calano le visiere e aspettano. Cinque minuti. Cinque minuti in cui in piazza accade il finimondo. Un gruppo di quattrocento di sinistra, misto di studenti della Sapienza e gente dei centri sociali, irrompe in piazza Navona e si dirige contro il manipolo di Blocco Studentesco, concentrato in fondo alla piazza. Nel percorso prendono le sedie e i tavolini dei bar, che abbassano le saracinesche, e li scagliano contro quelli di destra. Soltanto a questo punto, dopo cinque minuti di botte, e cinque minuti di scontri non sono pochi, s'affaccia la polizia. Fa cordone intorno ai sessanta di Blocco Studentesco, respinge l'assalto degli studenti di sinistra. Alla fine ferma una quindicina di neofascisti, che stavano riprendendo a sprangare i ragazzi a tiro. Un gruppo di studenti s'avvicina ai poliziotti per chiedere ragione dello strano comportamento. Hanno le braccia alzate, non hanno né caschi né bottiglie. Il primo studente, Stefano, uno dell'Onda di scienze politiche, viene colpito con una manganellata alla nuca (finirà in ospedale) e la pacifica protesta si ritrae. A mezzogiorno e mezzo sul campo di battaglia sono rimasti due ragazzini con la testa fra le mani, sporche di sangue, sedie sfasciate, un tavolino zoppo e un grande Pinocchio di legno senza più una gamba, preso dalla vetrina di un negozio di giocattoli e usato come arma. Duccio, uno studente di Fisica che ho conosciuto all'occupazione, s'aggira teso alla ricerca del fratello più piccolo. "Mi sa che è finita, oggi è finita. E se non oggi, domani. Hai voglia a organizzare proteste pacifiche, a farti venire idee, le lezioni in piazza, le fiaccolate, i sit in da figli dei fiori. Hai voglia a rifiutare le strumentalizzazioni politiche, a voler ragionare sulle cose concrete. Da stasera ai telegiornali si parlerà soltanto degli incidenti, giorno dopo giorno passerà l'idea che comunque gli studenti vogliono il casino. È il metodo Cossiga. Ci stanno fottendo".

Aloha preoccupati...

domenica 26 ottobre 2008

Una domenica a Pracchia

E già che ci sono colgo l'occasione per farvi vedere alcune foto scattate domenica scorsa a Pracchia. Visto e considerato che questa settimana ho gli esami del primo corso di gemmologia non credo che sarò molto su questi schermi... Sob!

Questa è una bella marginina che ci ha accolte appena sbucate sulla strada dopo aver preso un sentierino sconosciuto. E' molto bello perdersi per i sentieri... Peccato per i cacciatori! Visto e considerato che nel primo mese di apertura della caccia ci sono stati 10 morti, posso dire senza problemi che la maggior parte di loro spara a qualsiasi cosa si muova. Mi dispiacerebbe che ci fossero fra i miei lettori persone che hanno nonni, zii, cugini che amano andare a caccia e che si potrebbero sentire offese da queste righe. La mia opinione è che una persona che si diverte a inseguire, vedere un animale terrorizzato ed a ucciderlo o ferirlo sia un sadico bastardo. E non venite a raccontarmi che c'è altro, tipo il gusto dello stare insieme, la vita di montagna all'aria aperta la necessità di abbattere i capi che invadono le nostre campagne, e via dicendo, perchè se fosse così andrebbero a fare bird watching e non a tirare fucilate a destra e a manca. Se poi uno di questi sadici bastardi è vostro nonno, fratello, marito zio o cugino mi dispiace per voi, ma molto di più per le bestie che ammazzano. Il discorso sarebbe comunque molto più lungo, ma mi riservo di approfondirlo in un'altra occasione.

Riprendiamo il racconto della giornata: abbiamo scoperto la strada sulla quale siamo sbucate conduce al Pianaccio, una piccolissima frazioncina sopra Pracchia. Pracchia è un bel paesino nascosto fra le montagne dell'appennino Tosco-Emiliano, nato con la ferrovia Porrettana. Consiglio a tutti voi di farci un giro perchè è un capolavoro d'ingegneria della fine dell'800 e offre degli scorci indimenticabili. Inolte lega fra loro una serie di paesini meravigliosi.

Torniamo a noi:

 
 

Una foto dei monti che io amo.

cutecolorsschoolicon5

 
 

Come appare una siepe di bosso selvatica dal... Di sotto!!

cutecolorsschoolicon5

cutecolorsschoolicon5

 

Il mitico ristorante Melini, dove potrete trovare piatti tipici e una marea di oggetti Contry per abbellire la vostra casa. E' anche un albergo quindi se volete farvi un giretto...

Qui ho fattopure il pranzetto per festeggiare la mia laurea questa estate!

Le altre foto sono disponibili sull'album di Picasa!

Aloha Country e anti caccia!!!

cutecolorsschoolline2