domenica 19 settembre 2010

La Pulce Solidale

Il 1, 2 e 3 Ottobre ci sarà a Ferrara la fiera del Commercio Equo e Solidale  Tuttaunaltracosa.
La Pulce, ovviamente, non mancherà a questo evento! 
P.S. A dire il vero la Pulce ha anche pensato a quanto ha mangiato bene l'ultima volta che è stata a Ferrara... La salama da sugo non si dimentica tanto facilmente ;)














giovedì 26 agosto 2010

La Pulcecard

Andare in autostrada al mare? 5.90 euro: con Pulcecard! Farsi una mangiata di pesce al solito ristorantino? 58 euro: con Pulcecard... Incontrare un ex dopo dieci anni, invecchiato di 20.... Non ha prezzo! Per tutto il resto c'è Pulcecard!!!!!

giovedì 5 agosto 2010

Indovinate dove sono in vacanza....

Và... cuore mio da fiore a fior
con dolcezza e con amor
vai tu per me ...
Và... che la mia felicità
vive sol di realtà vicino a te...

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
beatamente...
Voglio vivere e goder
l'aria del monte
perché questo incanto
non costa niente

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
canto per me.

. . . . . .

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
Ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?

Và... cuore mio da fiore a fior
con dolcezza e con amor
vai tu per me ...
Và... che la mia felicità
vive sol di realtà vicino a te...

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
beatamente...
Voglio vivere e goder
l'aria del monte
perché questo incanto
non costa niente

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
canto per me.

. . . . . .

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
Ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?
Và... cuore mio da fiore a fior
con dolcezza e con amor
vai tu per me ...
Và... che la mia felicità
vive sol di realtà vicino a te...

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
beatamente...
Voglio vivere e goder
l'aria del monte
perché questo incanto
non costa niente

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?

Voglio vivere così
col sole in fronte
e felice canto
canto per me.

. . . . . .

Ah, ah! Oggi amo ardentemente
quel ruscello impertinente
menestrello dell'amor
Ah, ah! La fiorita delle piante
tiene allegro sempre il cuor
sai perché?

lunedì 26 luglio 2010

La Giostra

E anche questo anno la Giostra dell'Orso è stata vinta dal rione del Drago, (io sono del Grifone)... Maremma impestata. Ci siamo giocati il tutto per tutto all'ultima tornata, dove il Drago e il Grifone in testa dall'inizio, si sono scontrati direttamente, e abbiamo perso, con grande scorno di tutti gli abitanti di Porta al Borgo. La cosa peggiore è che avevo seduta accanto Sara, che non poteva che essere del dannatissimo Drago, che ha scassato i corbelli per tutta la giostra, pure quando rifacevano la pista. Naturalmente i biglietti con i posti migliori glieli aveva procurati la Pulce... Parenti serpenti ma anche gli amici non scherzano.... Sarà per l'anno prossimo. Almeno questa volta avevo con me oltre che Sara anche Chiara e ci siamo fatte un mondo di risate. (Per la cronaca Chiara è del Leon d'Oro, ma essendo costantemente ultimo, si è distratta facendo una cascata di fotografie con la sua fiammante Reflex). Dicono che ci fosse fra gli spettatori anche Sara Ferguson, forse per consolarsi dall'ultima figuraccia. Di sicuro la figuraccia l'ha fatta la signora o signorina che ha fatto la telecronaca della giostra in inglese, un po'in francese e un po'in tedesco,  a beneficio degli ospiti stranieri. Alla fine si è detta soddisfatta della serata: forse ha capito di parlare quattro lingue e tutte e quattro dimolto male??

Il Grifone si consola con il premio dello Speron d'Oro per il fantino migliore in gara e la Conchiglia per i costumi migliori. Sic.

Comunque sia... Forza Grifone!!!

Saggezza popolare

Vi riporto il testo di una canzone popolare toscana che amo moltissimo:

Ho seminato un campo di carote
Te sei venuto e te le sei mangiate
Te sei venuto e te le sei mangiate
E t’è rimasto il giallo sulle gote
LA MAMMA ‘UN VOLE  ‘UN VOLE  ‘UN VOLE
CHE IO FACCIA L’AMOR CON TE
MA VIENI AMORE QUANDO LA MAMMA ‘UN C’E’

Ho seminato un campo di carciofi
L’ho seminati e mi so’ bell’e nati
L’ho seminati e mi so’ bell’e nati
Ma come te carciofi ‘un so’ venuti    LA MAMMA ‘UN VOLE…

Che tu ti desti perché non pòi dormire
Figliol di gente malandata e avara
E prego che quando stai per uscire
Tu possa ruzzola’ tutta la scala          LA MAMMA ‘UN VOLE…

Che ti venisse l’ossi ‘ntisichiti
E ‘un tu sentisse mai più la cicala
E dell’orina ti si tappasse i buchi
E ti venisse l’orecchi come ‘chiuchi   LA MAMMA ‘UN VOLE…

La volpe che t’entrasse nel pollaio
E ti scannasse tutte le galline
Il toro ti cascasse nella stalla
E ti stiacciasse il bove e la cavalla      LA MAMMA ‘UN VOLE…

Ho seminato un campo d’accidenti
Se la stagione me li tira avanti
Se la stagione me li tira avanti
Ci so’ per te e per tutti i tu’ parenti     LA MAMMA ‘UN VOLE

 

Ovviamente in Toscana in "campo" d'accidenti non ci batte nessuno e io poi sono un'artista...Chissà come mai ultimamente mi trovo spesso a canticchiare questa canzonetta nei momenti più impensati...

giovedì 15 luglio 2010

S come Sara 2

 

E così si vede ancora meglio ;)

Da Letter S Mirabillia

 

Da Letter S Mirabillia

 

Da Letter S Mirabillia

 

Da Letter S Mirabillia

 

Da Letter S Mirabillia

Collage



Così mi pare che si veda meglio.... ;)





S come Sara


Finalmente posso presentarvi la lettera "S" di Nora Corbett ricamata per la mia amica Sara. Ehm... Diciamo che sarebbe il suo regalo di Natale 2009 e che la cornice sarà il regalo di Natale 2010. Quando gliel'ho consegnata ci voleva fare un cuscino, dopo le mie perplessità ha optato per farla incorniciare dal fidanzatato bricolagista. Quando le ho fatto notare che forse era maglio non stirarla perchè le perline sono attaccate con un sottile filo da pesca che si sarebbe sciolto, mi ha chiesto se lo doveva mettere in una teca criogenica... Quindi è meglio che lo faccia incorniciare io... Ah, questi neofiti!!!!




Posted by Picasa

Pulce rivoluzionaria

Sarà che ieri era il 14 Luglio, sarà che il nostro carissimo premier ha detto che siamo una nazione di Giacobini, ma mi sono trovata a canticchiare più di una volta la Marsigliese e la Carmagnole a denti stretti...

mercoledì 14 luglio 2010

La gavetta

Ma secondo voi uno che ti promette la luna, le stelle e Caino che fa le frittelle dopo un aperitivo, cosa vuole? Un Lucano? Uno schemino del punto croce?

lunedì 12 luglio 2010

lunedì 24 maggio 2010

Un’altra Festa del Ricamo a Casacenina

BJLRN10
Da Festa del Ricamo 2010

E’ arrivata la primavera e puntualmente, Casacenina ha organizzato un bella Festa del Ricamo. Questo anno poi, è stata benedetta anche da un un sole stupendo e da temperature davvero miti: ne avevamo tutti bisogno…

Le design ospiti erano tutti nomi importanti nel panorama del crafiting internazionale: Sharon Crescent (la “signora” dei famosi filati tinti a mano) Marie Suarez, designer spagnola trapiantata in Belgio  creatrice di delicatissimi schemi, Nicoletta Ferrauto, disegnatrice di schemi in stile primitive, Maria Concetta Ronchetti di Antichi ricami, che ha proposto una interessante rivisitazione del punto svizzero, Jennifer Manefiel e Patrizia Girlanda, fra le big del patchwork/quilting italiano. L’apertura del catalogo di Casacenina a questa nuova tecnica ha fatto molto piacere al pubblico, anche se proporre questo genere di lavoro in Italia è ancora adesso, una scelta coraggiosa, perchè è una tecnica ancora poco diffusa o comunque legata al mondo anglosassone (e giapponese) sia come tradizione che come tecnica. Considerando che però il cucito creativo sta avendo un grande successo fra il pubblico delle ricamatrici, presentare un bel catalogo ricco di stoffine non poteva che far piacere alle tante persone presenti a questa giornata. E  veniamo un po’alle foto:

Il punto Svizzero di Maria Concetta Ronchetti:

Concetta è statata gentilissima nel mostrarmi la tecnica di questo ricamo. In realtà è molto semplice, ma di grandissimo effetto, e permette di giocare su molte combinazioni di punti, con una resa completamente diversa una dall’altra. Abbiamo avuto anche un interessante confronto sul retro perfetto, trovandoci perfettamente d’accordo sul fatto che sia un’esclusiva dei bronzi di Riace ;)

(Le stoffine quadrettate usate da Concetta e  che potete vedete nelle foto sono di Grigoletto, dove la Pulce ha la fortuna di andare anche in bici ;)

 

 

Eccomi qui fra Cristina e Concetta, in preda alla frenesia da acquisti…..

 

Eccoci a Marie Suarez: che dire, mi sono innamorata dei suoi lavori da catalogo, figuriamoci dal vero! Mi sono imposta di comprare solo tre schemi, anche perchè con quelli in attesa di essere ricamati mi ci vorranno almeno 3 reincarnazioni perarrivare a finirli. Il problema è che originariamente sono ricamati con un filo solo su quadretti di un filo per un filo, e la faccenda richiederà l’uso di una bella lente d’ingrandimento… Se vado avanti così ad ogni lavoro ci lascio qualche diottria!!!

Marie Suarez è simpaticissima, e anche se abbiamo parlato a mezzo interprete perchè io, ahimè, non so una parola di francese, ci siamo fatte un sacco di risate!!

E veniamo al quilting/patchwork:  il laboratorio allestito al piano terra del Relais Santa Flora ha avuto un gran successo!  Jennifer Manefiel e Patrizia Girlanda hanno spiegato con grande efficacia e macchina da cucire alla mano, molti trucchi e segreti di questa bella tecnica, tanto che alla Pulce quasi quasi viene in mente di togliere la museruola alla vecchia Singer……. Vedrem… Intanto Gianna dell TC e quiltara d’assalto era strafelice:

Come potete vedere da questa foto erano presenti anche le trapunte fatte da e con le stoffe di Yoko Saito, designer giapponese, che usa stoffe dal gusto squisito tinte in filo.

Per quanto riguarda i filati di Crescent Colors, ho conosciuto Mrs Cresent ed è stato troppo bello! Anche qui schema autografato con i complimenti per la scelta dello schema (è uno dei suoi preferiti) e  ho potuto chiacchierare nel mio inglese ancoro mooolto maccheronico!

Concludo con una bella foto di gruppo delle Toscane Creative, belle, anzi belli, soddisfatti e insonnoliti dal sole e dal profumo degli alberi nella splendida cornice del Casentino

Al prossimo post con le foto degli acquisti!

P.S. se volete vedere altre foto date una sbirciata all'album qui

Aloha!!!

cutecolorsbunline1

venerdì 21 maggio 2010

Tanto pe’post'a’ quanno te piija un friccicore al core…..

E’ un secolo che non faccio un post, ma è anche un secolo che non metto giù una crocetta… Giusto domenica a casa di Vania e Nicola sono riuscita a compicciare qualcosa, fra una chiacchiera e l’altra. Ma tant’è: tempo poco, concentrazione azzerata. Allora, visto che domenica c’è la Festa del Ricamo  organizzata daCasacenina, mi son detta: perchè non comprare qualche ricamabile per la cucina? Almeno sarò più stimolata a ricamare che per fare qualche quadretto, di cui ho le scatole e i muri pieni. Ed ecco qua il mio ordinuccio da sbirciare:

Casa Cenina: Rico Design - Tovaglia - Tropical Fruits - rosa fragola

Finalmente una tavola un po’rifinita…

Casa Cenina: Prym - Caterinette (tricotin) trasparente

Per fare un po’di cordoncini da abbinare a bottoni coloratissimi e fare taaaante collanine per l’estate!!

 Casa Cenina Un bel libretto di Marabout dedicato ai punti da associare al punto croce, per fare dei bordini ad effetto….

Casa Cenina: DMC - Violette: Tovaglia 90x90 - Verde/Viola

A presto con i particolari in cronaca!

Aloha!

mercoledì 19 maggio 2010

Si può morire di antiscienza a sedici anni?

Si può morire di antiscienza a sedici anni?

Inserisco qui il link al blog di Paolo Attivissimo, parlando eccezionalmente su questo blog di un argomento tragico. Sapete che a me piace scrivere cose allegre e scherzare un po'su tutto, ma sulla salute non si scherza. Il post di Paolo è molto duro, ma lo condivido appieno: nel 2009 non si può morire di superstizione, soprattutto per quella dei propri genitori. E visto che anche in casa Pulce c'è chi soffre di diabete, ma si "punge" 4 volte al giorno in barba agli stregoni che curano coi pendolini, ho voluto pubblicare questo post.

lunedì 5 aprile 2010

Twilight e New Moon

effrayant Eccoci a parlare ancora di cinema. E come poteva essere dopo la serata di sabato? Invito a casa di amici a vedere il secondo capitolo della saga di Twilight. Non ero molto incline a vedere il film, ma la compagnia degli amici, è la compagnia degli amici e sono andata.  Chiedo perdono alle mie amiche fan di questa saga, ma le storie di vampiri non mi sono mai piaciute molto. Non che odi i vampiri, semplicemente non mi interessano molto. I  maschietti presenti sabato però, dopo lunghe insistenze da parte delle donne, hanno deciso di sacrificarsi e trascorrere la serata in compagnia di vampiri bellocci, licantropi tartarugati e fans scatenate.  Prima della proiezione del film mi è stato fatto un breve riassunto della puntata precedente che io non ho visto: lui è un vampiro, lei no. Bene. C’ero arrivata anche io.

Inizia il film… Alla prima apparizione del bel vampiro, al rallentatore, sguardo da sotto in su e colorito da “non sono stato al mare” i ragazzi cominciano a rumoreggiare e io a ridere. La scena in cui il ragazzo licantropo, invece di tirare fuori un fazzolettino per asciugare la bella fronte di lei sanguinante, si toglie la maglietta e tampona così la ferita mostrando per caso anche il super muscolo è stata incredibile: i miei “maddaiiiiiiiii” si sono mescolati agli ululati delle licantropine in salotto e alle pernacchie dei licantropini invidiosi.  Questa maglietta non vuo proprio saperne di stare sul forzuto licantropo, che infatti scorrazza quasi sempre in jeans e basta. Sarà che tutte le volte che si trasforma ne fa a pezzi una e alla fine le ha finite tutte? Vi tralascio i vari commenti sul fatto che l’eroina si faccia scaricare due volte, di cui la seconda dall’amico, sulla sbrillucciocosità del bel vampiro (ribattezzato sempre dai licantropini invidiosi Mr Swarovsky), sul fatto che i vampiri cattivi si succhino una comitiva di turisti in visita a Volterra dopo aver scassato i maroni a tutti con il patto di segretezza etc… (P.S. ma poi come hanno rimediato? Hanno mandato una bella cartolina ai parenti delle vittime con scritto “l’Italia è così bella che non verremmo mai via” oppure “l’Italia è bella ma  ci hanno svenati”???).

Io spero, spero veramente che i vampiri cattivi non si chiamino Vulturi perchè vivono a Volterra, oppure che secondo il romanzo Volterra si chiami così perchè ci vivono i vampiri cattivi, perchè sarebbe troppo demenziale per chiunque… Ditemi di no…..

Insomma, bene o male,  film termina con la super mega stra proposta di matrimonio del vampiro che dopo essersi negato per due film, ha fatto escalamare ad una mia amica “ma che roba mostra ci devono avere questo vampiro e questo licantropo sotto i pantaloni per non toglierseli per due film di seguito??”.  Mentre i nostri licantropini si cimentavano in varie pose vampirose e nella camminata a rallentatore, una vampirina ha detto i che la trama non era logica: fosse stata in Bella avrebbe inciuciato sia col licantropo che col vampiro e così avrebbe scelto su basi, come dire, concrete, nonchè complicare un po’ la trama. Una vampirina particolarmente democratica ha ribattuto che a quel punto era meglio provarli tutti e cinque: se uno la deve fare meglio frala grossa. E comuqnue con della gente simile, meglio non offendere nessuno.  A questo punto  attendiamo con impazienza il terzo film della serie per andare a vederlo tutti insieme, ma non so se sarà una buona idea. Perchè se andrà come sabato i fans scatenati ci cacceranno fuori dal cinema prima dell’intervallo…

P.S. Lo so che adesso Carlottina e Beatrice sono arrabbiatissime con me! Ma in realtà il film mi è piaciuto moltissimo: era un sacco che non ridevo così!!!

 

giovedì 1 aprile 2010

Pulce sboccata

Per una volta non parliamo di ricamo…. Parliamo del film in costume che hanno dato ieri sera: L’altra donna del re. In breve il film racconta la storia di Anna Bolena vista con gli occhi della sorella Mary, dall’incontro con Enrico VIII fino alla tragica fine sotto la mannaia del boia. I film storici mi sono sempre piaciuti, e questo è magnifico per costumi, ambientazioni e brave attrici e si finisce lì…

Si comincia dal titolo: l’altra donna del re????  Quale delle tante? Ci presentate Enrico VIII come un bamboccione erotomane, perennemente allupato, i vari mariti, zii, fidanzati, cornuti e contenti, e allora intitolatelo le altre donne del re… Quelle stragnocche delle donne del re, le corna di Caterina d’Aragona, e via così… Ma l’altra donna del re vuol dire prendere la parte per il tutto, ehmmm…

E la sceneggiatura?? Beh la posso riassumere con un detto popolare, senza perderci nulla: tira più un pelo di topa che una coppia di buoi.

Ramen.

domenica 28 marzo 2010

Era l’ora!

Finalmente una cosa finita!! Erano già alcuni giorni che avevo terminato il benedetto runner, ma on riuscivo a trovare il ferro da stiro fra tutta la terribile confusione che ho in veranda. Sto mettendo mano all’arredamento della casa e adesso siamo nella fase terribile di transizione…2247658l5mrpt5wm7

Ecco un po’di foto (non della cagnara, ma del ricamo eh… ):

ccmschoolicon4_2

L’ultima sfilatura a ondine che ho fatto, e anche quella più simpatica da fare….

ccmschoolicon4_2

E la sfilatura che visse due volte… La prima è vissuta giusto il tempo di accorgermi di aver sbagliato a contare e di smoccolare mezza giornata…

 

 ccmschoolicon4_2

ccmschoolicon4_2

ccmschoolicon4_2

ccmschoolicon4_2

E la naturale collocazione del runner sul tavolo di cucina… Magari la prossima volta lo appoggerò su una bella tovaglia bianca… Per ora accontentatevi della versione minimalista!

A domani con le foto delle nuove lithops prese dalla Pulce alla mostra sulle Cactacee di Firenze ;)

P.S. La Pulce è stata anche al Bologna Mineral Show, e d è tornata con diversi kg di sassi e una proposta di matrimonio. Ma non è una cosa seria ;)

mercoledì 10 marzo 2010

Rombo norvegese due…

Dai e dai ho finito il rombetto… Non so se farci un contorno con punto rodi indietro… Intanto però ho fatto l’altra sfilatura laterale e ho modificato quella fatta in precedenza: molto meglio no??

 

ccmlbicon6%20bis

ccmlbicon6%20bis

ccmlbicon6%20bis

E adesso via con le ultime due sfilature laterali!!!

 

cutecolorsdollline1